Sport 

Andrea Tardino: rendere più giovane il cervello con l’attività fisica

L’attività fisica ed uno stile di vita sano ed equilibrato influiscono positivamente sul nostro corpo da diversi punti di vista. Un esercizio costante e non eccessiva influenza positivamente il funzionamento di ogni sistema ed apparato del nostro corpo. Ovviamente, è più facile notare gli effetti benefici sul sistema muscolare e sulla propria linea, tuttavia diversi studi recenti hanno confermato scientificamente anche i numerosi vantaggi che l’attività fisica ha sul nostro cervello e sul resto del sistema nervoso. Abbiamo parlato di ciò con Andrea tardino, founder di Wellness & Go.

Gli effetti dell’attività fisica su cervello e memoria: cosa dice la scienza

Andrea Tardino, dopo essersi laureato in Scienze motorie, ha fondato Wellness & Go. Il suo obiettivo è quello di migliorare il la forma ed il benessere fisico dei suoi clienti, ma non solo. Tramite il suo blog, infatti, Andrea Tardino punta a informare correttamente esperti e meno esperti nel settore delle Scienze motorie e degli stili di vita corretti. In questo ambito, infatti, la disinformazione e le credenze popolari spesso hanno la meglio sulle verità scientifiche.

Se siete interessati ad approfondire in maniera scientifica tematiche legate all’attività fisica, al benessere personale, alle diete sane ed equilibrate, vi consigliamo vivamente di dare uno sguardo al suo blog, sempre aggiornato ed estremamente preciso ed interessante.

Nel corso della nostra conversazione, Andrea Tardino ci ha raccontato di alcuni studi recenti che hanno confermato definitivamente ciò che sembrava evidente da molti anni: l’attività fisica fa bene al cervello ed al sistema nervoso.

Nello specifico, uno studio condotto dalla McMaster University ha dimostrato gli effetti benefici che sei settimane di esercizio costante ed intenso hanno sulla cosiddetta memoria ad alta interferenza. In ambito medico, la memoria ad alta interferenza è una sorta di memoria automatica che, per esempio, ci consente di distinguere la nostra auto da una della stessa marca e modello cogliendo in modo automatico i dettagli.

Altri ricercatori, come per esempio il Dr. Lavender della Curtin University, hanno confermato in seguito a studi approfonditi come l’attività fisica consenta di mantenere il cervello in salute, soprattutto in età avanzata. Il motivo dietro a questi effetti benefici è molto semplice: durante l’esercizio fisico, anche il più semplice tra tutti, il cervello viene comunque mantenuto in attività essendo direttamente coinvolto nella gestione di ogni movimento, del nostro equilibrio e del nostro sforzo.

In ultima analisi, Andrea Tardino ci ha descritto lo studio pubblicato sulla rivista Journal of Cognitive Neuroscience nel corso del quale si è dimostrato come l’attività fisica stimoli la produzione di un fattore neurotrofico, in parole semplici, una proteina che supporta la crescita e la funzione delle cellule celebrali. 

Allenarsi e nutrirsi nel modo corretto seguendo le conoscenze scientifiche più moderne è di fondamentale importanza. Prima di modificare la tua dieta o iniziare un nuovo piano di allenamento dovresti sempre confrontarti con professionisti, come Andrea Tardino, che hanno le conoscenze e le esperienze necessarie a valutare la reazione del nostro corpo.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

Related posts

Leave a Comment